In POESIE

Literally fucked




Sometimes I sill look the photos where we were us and not me or you.

I hung my soul in the closet and I watched it become fade.

No one can criticize me like me.

I and a mirror on the ring because my reflection is my infection.

We aren't weird we are just different.

My dark circles are my sign of my slepless nights.

Boy, you have the keys of my body not of my mind.

I stitched her scars but she is still breakable.

This world is too noisy but, in this way, it can turn down the screams which are inside me.

I don't write poems but just someone's life pieces.

My blood is my ink.


Read More

Share Tweet Pin It +1

0 Comments

In LIBRI RECENSIONI

Booklover: Louise Erdrich - La casa tonda






EDITORE: Feltrinelli

ANNO DELLA PRIMA PUBBLICAZIONE: 2013

PAGINE: 381 p., Brossura

TRAMA:

1988. La comunità di una riserva indiana nel North Dakota è scossa da un crimine di un'efferatezza inedita per quei luoghi. La moglie del giudice Coutts, Geraldine, che ha subito l'aggressione, si è chiusa nel silenzio ed è caduta in una profonda depressione. Se è viva, lo deve alla propria presenza di spirito: ha approfittato di un momento di distrazione dell'assalitore ed è fuggita in automobile. Sembra che dopo averle usato violenza, l'uomo abbia tentato addirittura di bruciarla viva cospargendola di benzina. "Sembra", perché la faccenda presenta molti lati oscuri e perché la vittima si rifiuta di parlarne. Assistito dalle due polizie che operano all'interno della riserva, quella indiana e quella americana, Coutts inizia a indagare. Ma Coutts non è un giudice d'assalto, il suo lavoro si è sempre limitato a liti tra vicini, furtarelli, piccole truffe, ubriachezza, un po' di droga. Toccherà al figlio tredicenne Joe intervenire per cercare di far luce sul mistero.

CITAZIONI:

“Rimasi là nell'ombra della soglia a pensare con le lacrime. Sì, le lacrime possono essere pensieri, perché no?” 

RECENSIONE(spoiler alert!):

Joe è un normalissimo ragazzino di 13 anni che insieme ai suoi amici Cappy, Angus e Zack vive in una comunità indiana (interessante come scelta di luogo). Un giorno la sua vita viene sconvolta da una notizia terribile: la madre Geraldine è stata stuprata. 
La donna si chiude a riccio e non vuole raccontare cosa le sia successo di preciso e soprattutto chi sia stato.
Il figlio Joe allora decide di investigare insieme ai suoi amici e quello che scoprirà è che lo stupratore della madre ha fatto qualcosa di peggiore.
Tra la crescita dei ragazzi e la cultura indiana si staglia un mistero tutto da soprire.

VOTO: ❤❤❤


Read More

Share Tweet Pin It +1

0 Comments

In POESIE

Rookie heart

No matter what I said you're still invading my mind-space.

I'm afraid. Again.

This world is toxic and I know I'm more toxic than it.

Our heart is homeless 'cause we lost the love.

Scared by my shadow.

I tried to change too many times but I'm still the same shit that I was at the beginning.

My guise is as fake as your smile. 

Oh, baby boy I can't let you go but I will destroy you with my pessimism.

Cute but psycho. Yeah, that's me.


|THANK YOU GUYS FOR BEING SO SUPPORTIVE|


Read More

Share Tweet Pin It +1

0 Comments

In POESIE

By myself

Ho cercato la verità dentro nei tuoi occhi ma ho trovato solo incertezze.

Ho sperato di essere abbastanza ma non riesco neanche io ad accettarmi.

Ho voluto darti il meglio ma la realtà è che non ci ho mai veramente provato.

Ho cantato a squarciagola il tuo nome per poi odiarti.

Ho amato ogni singola cosa di te soprattutto i tuoi difetti.

Ho sperato di sentire ancora qualcosa ma non so più cosa sia quel qualcosa.

Ho provato tanto con te ma ora ho bisogno di stare sola.

Ho detto addio a noi due anche perché non siamo più quelli di un tempo.

Ora siamo due sconosciuti che hanno fatto sgretolare il passato insieme,  costruito con tanta premura, in pochi attimi.



Read More

Share Tweet Pin It +1

0 Comments

In LIBRI RECENSIONI

Booklover: Sveva Casati Modignani - Rosso corallo




Ciao a tutti ed eccomi tornata con un'altra lettura.



EDITORE: Feltrinelli

ANNO DELLA PRIMA PUBBLICAZIONE: 2013

PAGINE: 544 p., Brossura

TRAMA:

Insieme con i suoi tre fratelli, Liliana cresce in una famiglia operaia nella Milano del dopoguerra. Con impegno e sacrificio riesce a costruire una carriera di successo e una famiglia felice, sposando un uomo tenero e comprensivo. 
Il suo percorso si intreccia drammaticamente con le vicende del Paese, e il terrorismo la colpisce da vicino. 
Ma Liliana supera tutte le prove che la vita le impone, insieme con la tentazione lacerante di abbandonarsi a un nuovo amore. 


RECENSIONE(spoiler alert!):

Come potrei dire di questo libro? Delusione totale.
L'autrice sa scrivere su questo sono d'accordissimo: ottime descrizioni e gli sviluppi psicologici dei personaggi, lo sfondo storico della Milano degli anni 60-70 descritto in maniera perfetta e gli spazi e i luoghi riesci quasi a vederli davanti ai tuoi occhi. 
Il problema di questo libro? La trama. Non cattura l'attenzione ed ho odiato Liliana, la protagonista. 
Liliana cresce in una famiglia povera composta da lei, i 3 fratelli (Giuseppe,Palmiro e Rosellina) e i genitori Ernestina e Renato . 

Il padre è uno stereotipo vivente: un uomo che vive solo per aiutare gli operai nell'azienda dove lavora e in casa non si vede mai. (Ottimo esempio per i figli insomma)

La madre è la classica donna che è perennemente preoccupata per i figli e è infatti in una cozza ficcanaso con la prole.
 Giuseppe è gay e ovviamente cosa farà di lavoro? Lo stilista, ovvio. I gay possono lavorare soltanto nella moda (stereotipi a gogo).

Mentre l'altro diventerà un ragionerie infatti fin da piccolo era bravo con i numeri.

Infine la sorella minore... Mettiamoci le mani nei capelli... 
OHMYGOD! 
La classica ragazza tutta trucco e niente cervello. Non mi ricordo quante volte sia stata bocciata ma vabbé... 
Inizia a lavorare in tv come ballerina (fino a qua tutto ok) ma OVVIAMENTE comincia ad andare a letto con il capo. 
(Eh si un altro stereotipo: se lavori in televisione è perché vai a letto con qualcuno. Mah ). Inoltre viene descritta solo come bella e brava a ballare, può una persona esistere sul serio?

Poi la protagonista Liliana è davvero insopportabile: visto che è bella e intelligente è convinta che tutti devono obbedirle. Anche con i suoi capi, a cui risponde male ogni volta, si comporta così e invece che essere zittita o licenziata, come in qualsiasi luogo di lavoro, viene premiata. Magari fosse così.
Senza contare che quando finalmente riesce ad avere un figlio dopo ANNI di tentativi con il marito Sandro, il classico marito - cagnolino, non c'è mai: sempre a lavorare, lavorare e lavorare. (Altro ottimo esempio: una donna di successo non può vedere i figli o comunque stare con loro come una qualsiasi mamma.

Ma oltre agli abbondanti stereotipi quello che è inverosimile è il successo di tutta la famiglia e le scene, che dovrebbero essere, tristi. 
La realtà non esiste in questo "romanzo", non dico che non si può avere successo ma è impossibile che succeda a tutti i fratelli e alla protagonista in così poco tempo e poi le scene delle morti di alcuni personaggi sono più comiche che altro.

Che schifo di libro!

L'unica nota positiva che mi accattivato parecchio è stata la descrizione, vissuta quasi come in prima persona, delle vicende terroristiche italiane degli anni 60, le quali noi giovani a volte non conosciamo o almeno non pensiamo come realmente accadute.



VOTO: ❤❤ 
(sono stata buona soltanto per l'ottima tecnica di scrittura).


Read More

Share Tweet Pin It +1

0 Comments

In POESIE

Insipida


Dietro facili opportunità si nasconde la non-verità

Una società malsana che distrugge l'individuo.

L'essere umano avido di sensazioni e potere.

Il malessere generale nascosto dal consumismo; la necessità non si spegne mai.

L'unica via è anestetizzare le emozioni.

Rinchiusa in quattro pareti posso tornare a respirare.

La vita è priva di certezze tranne una, non sono pronta ad affrontarla. 

Un'adolescenza mai finita.

La mente sommersa da pensieri, smette di funzionare.

I disegni folli dei miei pensieri riaffiorano. 

La puzza di marcio si sente ma non la si vuole vedere.


Read More

Share Tweet Pin It +1

0 Comments

In LIBRI

Book haul #2



Hello guys,
today I'm gonna to write only in English because I have to improve my writing skills and because I love the language so I say sorry in advance for the mistakes. 

SOOO LET'S START!

(As you can see I bought in this month 4 books which I payed, overall, 20€).


1) Michele Serra - Ognuno potrebbe 


PLOT:


Why has the word "I" become an obsession? Why make a show of every moment of your own lively? Giulio can not bear it, and above all does not understand it. It feels out of place and out of time. But of this strangeness he does not like: he suspects to be a "staggering slam", as his girlfriend Agnese calls him. In an unprecedented plain that was industrial and is almost nothing, Julius is waiting for something to happen. For example, someone explains what they need, if not to lose better, the roundabouts; Or that someone would buy his father's shed, who was a great bartender. A shop is a florid and now silent and immobile, like a big clock. Written almost just to the present, as if past and future were temporarily suspended, "Everyone could" is the reckless and comical grin of a true hero of intolerance. A voyage without departure and unlucky that touches many of the stations in a crisis society. In which the death of labor and its material power has left a strain that digital narcissism is not enough to fill.

(I'm sorry but there isn't english version, this book exist only in italian).


2) Louise Erdrich - The round house



PLOT:

One Sunday in the spring of 1988, a woman living on a reservation in North Dakota is attacked. The details of the crime are slow to surface as Geraldine Coutts is traumatized and reluctant to relive or reveal what happened, either to the police or to her husband, Bazil, and thirteen-year-old son, Joe. In one day, Joe's life is irrevocably transformed. He tries to heal his mother, but she will not leave her bed and slips into an abyss of solitude. Increasingly alone, Joe finds himself thrust prematurely into an adult world for which he is ill prepared.

While his father, who is a tribal judge, endeavors to wrest justice from a situation that defies his efforts, Joe becomes frustrated with the official investigation and sets out with his trusted friends, Cappy, Zack, and Angus, to get some answers of his own. Their quest takes them first to the Round House, a sacred space and place of worship for the Ojibwe. And this is only the beginning.

(I have already read this book and it was amazing).

3) Isabelle Allende - Maya's notebook


PLOT:

Isabel Allende’s latest novel, set in the present day (a new departure for the author), tells the story of a 19-year-old American girl who finds refuge on a remote island off the coast of Chile after falling into a life of drugs, crime, and prostitution. There, in the company of a torture survivor, a lame dog, and other unforgettable characters, Maya Vidal writes her story, which includes pursuit by a gang of assassins, the police, the FBI, and Interpol. In the process, she unveils a terrible family secret, comes to understand the meaning of love and loyalty, and initiates the greatest adventure of her life: the journey into her own soul. 

Buy it!

4) Jonathan Coe - The rain before it falls


PLOT:

Following "The Rotters' Club "and its sequel, "The Closed Circle, "Jonathan Coe now offers his first stand-alone novel in a decade, a story of three generations of women whose destinies reach from the English countryside in World War II to London, Toronto, and southern France at the turn of the new century.
Evacuated to Shropshire during the Blitz, eight-year-old Rosamond forged a bond with her cousin Beatrix that augured the most treasured and devastating moments of her life. She recorded these memories sixty years later, just before her death, on cassettes she bequeathed to a woman she hadn't seen in decades. When her beloved niece, Gill, plays the tapes in hopes of locating this unwitting heir, she instead hears a family saga swathed in promise and betrayal: the story of how Beatrix, starved of her mother's affection, conceived a fraught bloodline that culminated in heart-stopping tragedy--its chief victim being her own granddaughter. And as Rosamond explores the ties that bound these generations together and shaped her experience all along, Gill grows increasingly haunted by how profoundly her own recollections--not to mention the love she feels for her grown daughters, listening alongside her--are linked to generations of women she never knew.
A stirring, masterful portrait of motherhood and family secrets, "The Rain Before It Falls" is also a meditation on the tapestries we weave out of the past, whether transcendent or horrific. Hailed by the "Los Angeles Times" for his "sustained, intricate brilliance," Jonathan Coe once again proves himself "an artist of character and of his characters' stories," here more astutely than ever before.
 



I hope that you have found something interesting. Byeee

Read More

Share Tweet Pin It +1

0 Comments

Citazione preferita

Sono la polvere del mio presente

Follow by Email

Translate